Bookshop

I NUMERI MONOGRAFICI E ARRETRATI DI ANDERSEN

00010

I NUMERI MONOGRAFICI E ARRETRATI DI ANDERSEN 00010

I numeri monografici di Andersen: approfondimenti, curiosità e testimonianze d'autore per temi trasversali al mondo della cultura per l'infanzia.

euro 15,00 cadauno, è necessario specificare i numeri di Andersen che volete acquistare inviando una mail a amministrazione@andersen.it

È possibile abbonarsi alla rivista usufruendo della Carta del Docente producendo il buono dell'importo indicato e scegliendo la Carta del docente come metodo di pagamento e indicando il codice del buono nello spazio apposito, che si genera effettuando l'acquisto.

N.B. Le richieste di fatturazione devono essere inviate via mail all'indirizzo amministrazione@andersen.it CONTESTUALMENTE all'acquisto, altrimenti non sarà possibile emetterla successivamente

Tra i MONOGRAFICI Sono disponibili:

  • 344 DON MILANI
  • Cinquanta anni fa usciva un piccolo importante rivoluzionario libro: Lettera a una professoressa. Metteva al centro del dibattito educativo, e in più in generale sociale, il tema del pieno accesso alla cittadinanza attraverso la questione fondante della scuola. Il testo arrivava da un paesino della montagna fiorentina e portava la firma della Scuola di Barbiana retta da Don Lorenzo Milani. Non era un germoglio nel deserto; altri, anche da altre opzioni culturali, stavano riflettendo sugli stessi temi, anche dentro la scuola. Ma l’incontro con la stagione che da lì a breve avrebbe portato al ’68 e, soprattutto, l’essere opera collettiva e partecipata dai ragazzi, quelli con meno opportunità sociali e culturali, che il sistema scolastico vivevano sulla propria pelle lo rese rivoluzionario, smuovendo coscienze e percorsi. Aprendo un dibattito per molti versi non ancora chiuso. Per ricostruire il tempo in cui quelle riflessioni nacquero e vederne le attualità abbiamo costruito un numero speciale, troverete le firme di Andersen e i contributi di testimoni di quella stagione. Nella costruzione di questo numero ci ha accompagnato anche Valentina Oldano, maestra appassionata di lettura e ricercatrice a cui si deve l’edizione di Lettera a una professoressa compresa nella recente pubblicazione dell’opera omnia di Don Milani (Tutte le opere; “i Meridiani”, Mondadori 2017). Valentina però non leggerà questo numero, è mancata improvvisamente, a 35 anni, alla fine di giugno. Questo numero speciale è dedicato a lei.
  • 334/100 ANNI DI ROALD DAHL
  • Un numero dedicato a Roald Dahl, in occasione del centesimo anniversario della sua nascita. La copertina di Alessandro Sanna apre un numero che va a svelare la vita straordinaria dell'autore anglo-norvegese, tra avventure di guerra e vicissitudini famigliari, naturalmente raccontando i suoi libri, che hanno affascinato più di una generazione. Dalla biografia raccolta da Donald Surrock, raccontata da Anselmo Roveda, alla bibliografia delle opere a cura di Donatella Curletto, passando per la testimonianza dell'editore italiano Salani, nelle parole di Mariagrazia Mazzitelli e di Donatella Ziliotto, fino all'(im)possibile incontro tra Dahl e Rodari, immaginato da Pino Boero. E ancora, il legame con Quentin Blake e con gli altri illustratori nell'articolo di Walter Focheato; le testimonianze di lettrici ora diventate professionisti dell'editoria, raccolte da Mara Pace; le iniziative organizzate sul territorio, raccontate da Grazia Gotti; la poetica dell'autore, esplorata da Caterina Ramonda; il cinema, a cura di Martina Russo; Dahl narratore per adulti, di Stefano Trucco.
  • 324/150 ANNI DI ALICE
  • Un numero estivo dedicato ad Alice, in occasione dei centocinquant'anni del suo viaggio nel paese delle meraviglie. La copertina realizzata da Giulia Orecchia trasporta i lettori nel pieno dell’immaginario carrolliano, attraversando le storiche edizioni illustrate, la vena fotografica dell'autore inglese, l'influenza che le sue storie hanno avuto in letteratura, ma anche in musica e a teatro.

  • 320/ EDUCAZIONE ALLA LETTURA
  • Un numero monografico - con la copertina di Bernardo Carvalho - dedicato all'educazione e alla promozione della lettura e della cultura dell'infanzia. Per una riflessione intorno alle iniziative, alle proposte, alle idee in un vasto e composito panorama di realtà che sui più vari territori operano con questo obiettivo.Si comincia con la riflessione di Gianna Vitali, su uno scarto semantico importante come quello che intercorre tra le parole "educazione" e "promozione"; si prosegue con la pedagogia della lettura di Pino Boero, per passare a discutere di politiche per la lettura con Eros Miari. I ferri del mestiere li mettono in pagina Carla Ghisalberti, che racconta la sua esperienza di animatrice della lettura, e Martina Russo che raccoglie voci e testimonianze di alcune realtà professionali attive su tutto il territorio nazionale
    . E poi in biblioteca, con Caterina Ramonda, in libreria, con Vera Salton e in casa editrice, con Giorgia Garberoglio.Dall'educazione alla lettura all'impegno sociale,Della Passarelli racconta l'esperienza della Biblioteca di Leda, nel carcere di Rebibbia, Marcella Terrusi si sofferma sulle iniziative di Ibby Italia e Rosa Tiziana Bruno ci porta a Scampia, per uno storytelling con gli scrittori ICWA. A leggere ad alta voce sono invece Giorgio Scaramuzzino e Dario Apicella. E ancora, alla Bologna Children's BookFair con Elizabeth Clarke, per il Children's Laureates Summit. E ovviamente, segnalazioni, notizie, recensioni intorno al mondo dell'editoria ragazzi.
  • 314/ MUSICA Un numero monografico estivo dedicato a musica e età evolutiva, con il consueto occhio di riguardo ai mondi dell'educazione e dell'editoria. Dalle testimonianza di chi opera con la musica all’interno della scuola (magari proprio intorno all’Opera, con o maiuscola) alla rassegna delle proposte editoriali per tutte le fasce d’età: dalla prima infanzia all’adolescenza. Dalle riflessioni di Walter Fochesato sui canti patriottici della Grande Guerra, alla scoperta di un inedito Stephen King, chitarra a tracolla, nell’articolo di Elizabeth Clarke. Dai percorsi bibliografici di Caterina Ramonda alla riflessione sul dialogo creativo musica-parole di Teresa Porcella con un’intervista a Jorge Lujan. Dalle conferenze musicali di Matteo Corradini alla musica in letteratura di Stefano Trucco. Dalle considerazioni di Emanuela Bussolati alla testimonianza di Fiorella Colombo e Laura di Biase, passando per i pezzi di Mara Pace, Martina Russo e la bella copertina in tema di Michele Rocchetti.
  • n. 309/ ACCESSIBILITÀ DI LETTURA - Il numero di Andersen di gennaio-febbraio 2014, con la copertina di Marco Somà, è dedicato al diritto alla lettura e alla piena accessibilità delle narrazioni. Per tutti. Ciascuno secondo le proprie abilità. Un diritto conquistato attraverso le tante esperienze impegnate in percorsi rivolti a rendere possibile la fruizione delle storie anche a chi non può godere del libro in forma tradizionale e agli e-book, i libri tattili, i libri in simboli, gli audiolibri, i libri realizzati con font studiate o dimensionate così da poter essere lette da tutti. Un’occasione di scambio e dibattito che va ad affiancarsi al reportage da Lampedusa di Marcella Terrusi di Ibby Italia e alla riflessione di Shaun Tan sulla forza delle narrazioni, anche di quelle “silenziose” come L’approdo.
    E, come di consueto, tante notizie, segnalazioni, recensioni.
  • n. 305/ PER ROBERTO DENTI - Un numero dedicato a una persona speciale: Roberto Denti; un amico, un maestro, un compagno. Con le testimonianze e i contributi di Fausto Boccati, Pino Boero, Emanuela Bussolati, Loredana Farina, Walter Fochesato, Roberto Innocenti, Anna Parola, Bianca Pitzorno, Roberto Piumini, Giusi Quarenghi, Andrea Rauch, Anselmo Roveda, Vera Salton, Gabriella Zammataro e le “tenaci ragazze del vulcano” di Zafferana Etnea. Un numero impreziosito dalla copertina di Chris Haughton, l’autore di Oh-oh! (Lapis 2012), l’albo che si è aggiudicato il Super Premio Andersen “Gualtiero Schiaffino” 2013; sull’illustratore troverete il consueto approfondimento di Walter Fochesato.
  • n. 304 / CIBO – Un numero dedicato al tema del cibo e alle sue interazioni con la cultura per l’infanzia, declinato attraverso gli articoli su immaginario e letteratura – di Martina Russo, Anna Pedemonte, Teresa Buongiorno e Caterina Ramonda, con una ricca bibliografia tematica curata da Donatella Curletto – un contributo sull’educazione al gusto di Mara Pace, uno sull’illustrazione e l’arte dei menu di Walter Fochesato. E poi rassegne su cibo e fumetto e su cibo e cinema, firmate rispettivamente da Luca Boschi e Davide Boero; un’indagine sulla merenda affidata a Alessandra Guigoni; una sui nomi dei panini degli autogrill, firmata da Lorenzo Coveri, quindi una panoramica delle cucine-gioco più belle, siglata da Lucia Panozzo, architetto esperta di designer. E ancora, la copertina è eccezionalmente affidata a una fotografa di parole e narrazioni come Patrizia Traverso (ce ne racconta Ferruccio Giromini). Tra le pagine anche un elzeviro di Pino Boero sulle mense scolastiche e un’anteprima del libro sulle “vite golose” (Mondadori) di Laura Grandi e Stefano Tettamanti. (esaurito)

  • n. 294 / L'URLO DI TARZAN - Andersen dedica il suo numero estivo a Tarzan, in occasione dei cento anni del selvatico personaggio creato da E.R.Burroughs. Una celebrazione fatta di articoli e di una copertina d’eccezione realizzata a quattro mani da Mauro Evangelista e Pia Valentinis. Negli articoli, invece, firme vecchie e nuove della rivista racconteranno l’immaginario burroughsiano, attraversando città perdute, scoprendo case sugli alberi, osservando scimmie decollare verso lo Spazio e trovando, nel folto della giungla, bambini selvaggi. Un viaggio tra libri, attraverso libri, cinema, illustrazione, fumetto con i contributi di Walter Fochesato, Anselmo Roveda,Ferruccio Giromini, Martina Russo, Davide Boero, Lucia Panozzo, Caterina Ramonda, Teresa Buongiorno, Silvia Camilotti, Anna Pedemonte, Mara Pace..

  • n. 283 / EMILIO SALGARI - In occasione del centenario dalla morte, il numero monografico è dedicato a Emilio Salgari. Tra Tigri della Malesia e tigri in carne e ossa, avventure di carta e fantasie bambine, Andersen parte alla scoperta dell’immaginario salgariano, raccontando i rapporti con la critica, l’eredità letteraria, le traduzioni all’estero delle sue opere, senza dimenticarne – da Mompracem a Cinecittà – le trasposizioni televisive e cinematografiche. Prepara a questo viaggio per mare la copertina di Luca Caimmi, mentre a issare le vele sono i contributi di Pino Boero, Walter Fochesato, Anselmo Roveda, Felice Pozzo, Claudio Bertieri, Teresa Buongiorno. (esaurito)

  • n. 272 / LA NOTTE E LA LUNA - La notte e la luna, in letteratura e non solo. Spazio delle nanne, delle paure, dei sogni belli, delle passioni amorose, degli incubi. Un tempo sospeso che si può riempire, di tutto ciò che la luce accecante del giorno non permette di vedere. Scorrendo le pagine di questo numero ne troverete allora per tutti i gusti. A partire dai classici per l’infanzia ricordati da Pino Boero, gli albi illustrati mostrati da Walter Fochesato e i suggerimenti di lettura della ricca bibliografia curata da Donatella Curletto. La notte arriva dopo l’ora della buonanotte, momento perfetto per leggere una storia – come racconta Mara Pace – e per una ninnananna – nell’articolo di Anselmo Roveda. Un momento da passare in cameretta, ma anche in biblioteca, se c’è La notte dei libri insonni, o ad un Festival. Sono le esperienze raccontate rispettivamente da Anna Patrucco Becchi e Bruno Tognolini, mentre Elizabeth Clarke ci ricorda invece che per i giovani adulti l’oscurità è il regno di vampiri, lupi mannari e altri mostri, potagonisti di molte letture a loro dedicate. E ancora, la notte tra immaginario dell’infanzia e cinema – con i contributi di Stefano Trucco e Davide Boero – la notte come metafora per indicare i periodi più cupi delle democrazie – nell’articolo di Silvia Santirosi – la notte delle fughe, come racconta Teresa Buongiorno.

  • n. 268 / GIANNI RODARI – A trent’anni dalla scomparsa, Andersen racconta, attraverso le firme della redazione e di tanti altri amici e esperti, i molti aspetti della storia umana e della produzione di Gianni Rodari, con focus particolari sui suoi antichi e moderni illustratori, sul clima sociale e culturale dell’epoca, sul teatro ispirato alla sua opera, ma anche sul ricchissimo calendario di appuntamenti dedicatogli nel 2010 in ogni angolo della penisola. Sono dedicati allo scrittore di Omegna i contributi e le testimonianze di Roberto Denti, Pino Boero, Francesco Tonucci, Walter Fochesato, Mariarosa Rossitto, Anselmo Roveda, Mario Di Rienzo, Donatella Trotta, Silvia Santirosi, Mauro Caldera, Giorgio Scaramuzzino, Teresa Buongiorno. Con testi poetici di Bruno Tognolini e Pietro Formentini.

  • n. 256 / IL TEATRO PER RAGAZZI – Si alzi il sipario: il numero 256 è interamente dedicato al teatro fatto per e dai ragazzi. Drammaturgia, proposte editoriali e attività a scuola pensate per il pubblico dei più giovani, raccontate dalle voci di giornalisti, studiosi e operatori che si occupano professionalmente di teatro, per una panoramica sulle esperienze dei palcoscenici italiani: dal teatro di figura – burattini, marionette, pupi, pupazzi – a quello d’attore, passando per le ombre, la sperimentazione, le contaminazioni, l’animazione, le attività laboratoriali. A guidarci in questo viaggio dietro e davanti le quinte gli articoli e le rassegne di Andrea Rauch, Giorgio Scaramuzzino, Antonio Tucci, Giorgio Testa, Monica Zecchino, Loredana Perissinotto, Claudio Facchinelli, Anna Matricardi, Salvatore Guadagnuolo, Elisabeth Lesquoy e Nicoletta Massone, con un’intervista a Jean-Luc Burger

  • n. 251 / QUO VADIS. TURISMO SCOLASTICO – Come di consueto un numero che posa lo sguardo sui diversi mondi della cultura dell’infanzia, con un focus particolare sulle opportunità che la nostra penisola offre a chi si occupa dell’organizzazione di gite scolastiche, visite d’istruzione e soggiorni con bambini. Quest’anno attenzione privilegiata ai temi territorio, arte, gusto, archeologia. Senza dimenticare le curiosità. Curiosità che ci spingono, proprio come i viaggiatori, a percorrere i territori del gioco, della letteratura, dell’editoria, dell’illustrazione. Si parte! insieme a Anselmo Roveda, Mara Pace, Simonetta Maione, Elizabeth Clarke, Walter Fochesato, Stefania Peddis, Stefano Trucco.

  • n. 250 / CALCIO E SPORT – Il numero 250 di Andersen è dedicato allo sport, al calcio in particolare, per una lettura estiva all’insegna di una delle attività più amate nel nostro paese. Il calcio d’inizio lo danno Barbara Schiaffino e Walter Fochesato con gli indici degli ultimi cinquanta numeri di Andersen. La partita entra nel vivo con gli articoli dei giornalisti sportivi Darwin Pastorin – con il resonto di una partita speciale dove a entrare in campo sono non solo i bambini, ma anche i ricordi – e Roberto Perrone, che racconta sogni e speranze dei piccoli calciatori. Tra divertimento e costume, l’articolo di Anselmo Roveda presenta storie e curiosità delle fortunate simulazioni del gioco della palla: subbuteo, calcio balilla e videogiochi; mentre il calcio di Walter Fochesato si fa in strada, con i tappi a corona delle bottiglie sospinti a colpi di dita.
    Lo sport può diventare luogo narrativo, dimensione dell’immaginario, campo di storie, capace di creare uno spazio comune di incontro, incrocio e tregua tra generazioni e culture, così come ci raccontano gli articoli di Mara Pace e Vinicio Ongini. Culture a confronto che ritroviamo anche nella riflessione di Fabio Caon, su calcio e apprendimento scolastico, lavori di gruppo e lavori individuali, didattica e intercultura.

  • n. 245 / PER GUALTIERO SCHIAFFINO – Un numero particolare, un tributo al fondatore della rivista, Gualtiero Schiaffino, attraverso le testimonianze di moltissimi amici e colleghi. Il ritratto di un poliedrico percorso umano e professionale che lo ha portato a mescolare con eclettismo mondi diversi: il periodo degli esordi nella satira, nel giornalismo, nella comunicazione; l’incontro con il mondo della letteratura per l’infanzia; le molteplici attività editoriali; l’impegno politico e civile. Con articoli, ricordi e testimonianze di Walter Fochesato, Pino Boero, Roberto Denti, Sergio Staino, Luca Novelli, Enrica Guidotti, Barbara Schiaffino, Mario Gomboli, Matteo Corradini, Loredana Farina, Massimo Bucchi, Giorgio Fasan, Franco Corleone, Mario Cappetti, Marco Vimercati, Ferruccio Alessandri, Ferruccio Giromini, Giusi Quarenghi, Enrico Cirone, Anselmo Roveda, Simone Repetto, Giovanna Riccobaldi.

  • n. 240 / QUO VADIS. TURISMO SCOLASTICO –Secondo monografico dedicato al turismo scolastico, con la consueta panoramica estiva dedicata alle mete e agli itinerari più interessanti per l’infanzia. Le opportunità offerte sulla penisola sono questa volta divise per tematiche e non per aree geografiche. Si affianca al dossier anche una riflessione sul tormentato rapporto tra libri e scuole, tra biblioteche scolastiche e lettura, con opinioni e pareri intorno al progetto di quegli anni “Amico libro”. Con articoli e schede di Stefania Peddis, Mara Pace, Anselmo Roveda, Elizabeth Clarke, Davide Calì.

  • n. 239 / GIOCHERELLANDO – Si parla di giochi e “del giocare” in questo numero del luglio 2007. Si parte con una riflessione di Beniamino Sidoti sul rapporto che il gioco ha intrecciato con la scuola, tra approfondimenti ed equivoci; si passa poi al recupero dei giochi di strada, riportati in auge solo grazie ad alcune manifestazioni, come raccontano Amilcare Acerbi e Lorenza Pizzinelli. E proprio agli spazi aperti e alla loro riappropriazione da parte dei bambini sono dedicati i manuali di cui racconta Mara Pace. Con uno sguardo al passato, Walter Fochesato propone una riflessione sulla condizione infantile nei primi anni del Novecento e su quegli scontri tra bande che preannunciavano le guerre del secolo breve. Fra memorie di infanzia e considerazioni sull’“innocenza perduta” Matteo Corradini si sofferma invece sul valore del calcio e, più in generale, dello sport, nel suo aspetto più ludico e ingenuo, come mezzo per crescere e confrontarsi. A chiudere questa panoramica l’articolo di Teresa Buongiorno, dedicato ai giochi della modernità, tra computer, vite virtuali, universi – informatici – paralleli.

  • n. 228 / QUO VADIS. TURISMO SCOLASTICO 2006/2007 – Un inconsueto numero di agosto, il primo monografico dedicato al turismo scolastico. Una panoramica sull’offerta di viaggi d’istruzione, gite, visite guidate e sulla valorizzazione delle risorse del territorio attuata dalle istituzioni a favore delle scuole e dell’infanzia. Il dossier, diviso regione per regione, presenta le realtà italiane più consolidate nel turismo scolastico, ma anche mete insolite, che possano suscitare curiosità e colpire l’immaginazione dei più giovani. Un approfondimento particolare è dedicato al “turismo sotterraneo”, tra grotte create dalla natura o antichi cunicoli scavati dall’uomo. Un viaggio condotto attraverso gli articoli e le schede di Mara Pace, Laura Mondino, Donatella Trotta, Matteo Corradini, Elizabeth Clarke, Anna Pedemonte, Teresa Buongiorno, Simonetta Maione, Andrea Valente, Carla Colmegna, Luca Novelli, Anselmo Roveda, Barbara Schiaffino, Anita Riva, Franca Rita Porcu, Stefania Peddis, Marilla Pascale, Anna Patrucco Becchi, Vera Salton.

  • n. 227 / ISOLE – L’isola che non c’è. Anzi le isole che non ci sono, ma è come se ci fossero, isole dell’immaginario e della letteratura. L’isola come luogo privilegiato dell’avventura e dell’ignoto. Oppure l’isola/casa dalla quale si parte e si ritorna dopo aver vissuto fragorose e straordinarie avventure. Isole da assalire e isole da difendere. Perché da sempre l’isola è metafora al contempo di sconforto e di salvezza. Ci si approda fortunosamente dopo un naufragio, ci si ritrova soli e senza mezzi per andarsene. Quasi sempre vi si scoprono tesori: rarità botaniche scomparse da millenni o tesori veri e propri come forzieri ricolmi di antiche monete e gioielli. Il numero di luglio 2006 è dedicato proprio alle isole, da sempre palcoscenico sul quale ogni scrittore, prima o poi, immagina una storia. Con i contributi di Pino Boero, Gualtiero Schiaffino, Mara Pace, Stefano Trucco, Teresa Buongiorno, Enrica Guidotti, Andrea Valente, Donatella Trotta, Giulia Clarkson.

  • n. 216 / BUON ANNIVERSARIO! – Un numero dedicato agli anniversari, i tanti che ricorsero nel 2005, riconducibili ai temi abitualmente trattati da ANDERSEN. Grandi autori e personaggi dell’immaginario, superconosciuti, ma che vale la pena ancora una volta di conoscere meglio perché le loro invenzioni letterarie hanno inciso profondamente nel creare un immaginario popolare, condiviso da tutti. Ad aprire il dossier, a cura di Gualtiero Schiaffino, Sherlock Holmes, Arsenio Lupin e Jules Verne; si prosegue con Don Chisciotte, nell’anno di pubblicazione del primo libro di Cervantes dedicato a questo personaggio, di cui ci parla Anselmo Roveda. Dalla Spagna alla Danimarca Mara Pace ripercorre la lunghissima festa per il bicentenario della nascita di Hans Christian Andersen, mentre si torna in patria con Walter Fochesato e il suo articolo dedicato a Gianni Rodari.

  • n. 205 / SENTIERI SELVAGGI (sul genere Western) – È di scena il western: Andersen ripercorre le tappe di questo filone letterario per capire il suo evolversi, i suoi canoni narrativi, le ragioni per la diminuzione di interesse attuale. Tra epica della frontiera – di cui Claudio Bertieri indaga i limiti geografici e temporali – e il West immaginato di Pino Boero, le pagine di questo numero diventano ideale mappa di nuovi sentieri selvaggi, raccontandone – attraverso le parole di Graziano Frediani – le interpretazione cinematografiche e a fumetti, senza tralasciare gli spaghetti western made in Italy, ripercorsi nella loro storia da Stefano Trucco. Moreno Burattini incontra i cowboys per eccellenza, quelli nati in casa Bonelli: da Tex Willer a Magico Vento, passando per Zagor e Piccolo Ranger. Il Western arriva anche attraverso le immagini: Walter Fochesato si sofferma in particolare sulle figurine, con indiani, bisonti e mandriani da collezionare, scambiare e incollare.
    E ancora, il viaggio continua con Anselmo Roveda, con una panoramica sugli spettacoli circensi di Buffalo Bill, le tournée in Europa, le cronache salgariane, l’immaginaria sfida tra butteri e cowboys.
    La copertina di questo numero è opera di Ivo Milazzo, coautore con Giancarlo Berardi del personaggio di Ken Parker.

  • n. 194 / ESTATE IN GIALLO - Uno dei rimedi più consueti alla calura dell’estate è il brivido che segue la lettura di un bel libro giallo. Dalle brume londinesi dei classici, agli spietati noir mediterranei, passando per i thriller scandinavi o d’oltreoceano, il giallo è un genere intramontabile, ripercorso in questo numero monografico nelle sue declinazioni e contaminazioni. Un’indagine speciale tra gli albori del genere nel panorama per ragazzi – raccontati da Walter Fochesato –; le tendenze del mercato e le novità in libreria, presentate da Mara Pace e Pier Paolo Rinaldi; i criminali e i detectives delle storie a fumetti, nell’articolo di Sergio Badino; la panoramica sui luoghi contemporanei del romanzo giallo, a cura di Anselmo Roveda, e una riflessione di Stefano Trucco sui classici del genere. Ad arricchire il numero anche le testimonianze di scrittori, editori e studiosi appassionati del genere.
€15 In stock

L’acquisto di un abbonamento comporta l’attivazione automatica del servizio di newsletter di Andersen; è possibile disattivarlo in qualunque momento. NORME SULLA PRIVACY: Ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 in materia di protezione dei dati personali (di seguito “il Codice”), La informiamo che Titolare del trattamento dei dati da Lei forniti è Feguagiskia’ Studios di Barbara Schiaffino &C. S.a.s (società casa editrice della rivista Andersen), con sede in Genova, Via Crosa di Vergagni 3R, 16124, in persona del suo legale rappresentante. Responsabile del Trattamento dei dati raccolti per le finalità di cui alla presente informativa, è Feguagiskia’ Studios di Barbara Schiaffino &C. S.a.s , a cui Lei potrà rivolgersi, tramite raccomandata a/r, per esercitare i diritti di cui all’art. 7 del Codice, e quindi, per consultare, far modificare i suoi dati o opporsi al loro utilizzo per motivi legittimi. Al momento dell’invio Lei conferisce a Feguagiskia’ Studios di Barbara Schiaffino &C. S.a.s il consenso al trattamento dei Suoi dati personali, finalizzato all’invio di notizie e informazioni collegate e contenute nella rivista Andersen.