Concorso Il Paese delle Fiabe Omaggio a Beatrice Solinas Donghi | Serra Riccò | V Edizione

L’immaginario letterario di una grande scrittrice è stato occasione per una fiaba d’autore di Andrea Valente (autore ospite 2020) che ha dato il la a tante storie scritte dai bambini delle scuole dell’infanzia e primarie che hanno partecipato alla V edizione del concorso letterario “Il Paese delle Fiabe”, promosso dal Comune di Serra Riccò, con la rivista Andersen e la collaborazione dei Servizi Educativi e Culturali di Palazzo Ducale di Genova, per rendere omaggio a Beatrice Solinas Donghi e valorizzare il suo Archivio, che ha sede presso i locali della Biblioteca Comunale Edoardo Firpo.

Moltissimi gli elaborati giunti da ogni parte d’Italia, nonostante un anno scolastico così particolare, segnato dall’emergenza sanitaria. La festa finale, inizialmente prevista a fine maggio, si terrà sabato 5 settembre (ore 16) nella suggestiva cornice del Parco Storico di Villa Serra (Sant’Olcese, Genova – ingresso libero ma necessaria la prenotazione fino a esaurimento posti disponibili: concorso.ilpaesedellefiabe@gmail.com). 

Sarà presente Andrea Valente, autore ospite della V edizione che dedicherà ai presenti, adulti e bambini, un momento di narrazione e affabulazione sulle fiabe dal titolo C’era sette volte, ispirato dall’omonimo libro e da Fiabe dell’ultimo minuto (editi da Lapis).

Durante la premiazione saranno distribuite ai presenti le copie del volume che raccoglie le fiabe selezionate quest’anno nel concorso, con illustrazioni originali realizzate per l’occasione da Enrico Macchiavello.

I vincitori

Questo l’elenco del vincitori e delle menzioni speciali assegnate nelle due sezioni scuola dell’infanzia e scuola primaria:

SEZIONE SCUOLA DELL’INFANZIA

PRIMO PREMIO
“Chi trova un amico trova un…” della sezione A, scuola dell’infanzia “F. Frassetto Dagnino” IC Casella, Montoggio (GE)

MENZIONI D’ONORE
“La Principessa Azzurra”
della sezione Papaveri, scuola dell’infanzia comunale “Bertoncini”, Genova

“Mirtillo e Guendalina”
dei bambini dell’ultimo anno della sezione Verdi, scuola dell’infanzia “Collodi”, Leinì (TO)

SEZIONE SCUOLA PRIMARIA

PRIMO PREMIO
“Mirtillo e Ninfea, principi delle marmellate”
della classe I, scuola primaria “Giovanni XXIII”, IC Campomorone Ceranesi, Campomorone (GE)

MENZIONI D’ONORE

“SOLFA vs FASOL”
della pluriclasse della scuola primaria di Isolona di Orero, IC Cicagna, Cicagna (GE)

“Alla ricerca dello svolgimento rubato”
della classe IV B, scuola primaria “Anna Magnani”, IC Valmaggia, Roma

“Lupo Arturo e la luna”
della classe III B, scuola primaria “De Scalzi – Polacco”, IC Maddalena Bertani, Genova

“C’era una volta…”
della classe IV A, scuola primaria “De Amicis”, IC di via Scopoli, Pavia

“Il suono del violino incantato” fiaba della classe III D, scuola primaria III Circolo “San Nicolò Politi”, Adrano (CT)


La giuria del concorso

La Giuria del concorso IL PAESE DELLE FIABE 2020 è composta da: Andrea Valente, autore Ospite d’Onore; Elisabetta Bagnasco, consigliera comunale di Serra Riccò, Marina Baglietto, bibliotecaria di Serra Riccò, Giorgio Richini, ex Sindaco di Serra Riccò/Lascito Solinas Donghi; Pino Boero, già professore ordinario di Letteratura per l’infanzia all’Università di Genova; Walter Fochesato, coordinatore rivista Andersen; Donatella Curletto, Centro Sistema Bibliotecario della Città Metropolitana di Genova; Maria Fontana, responsabile dei Servizi Educativi e Culturali di Palazzo Ducale; Caterina Pozzo, Nati per Leggere Liguria; Enrico Macchiavello, fumettista e illustratore; Barbara Schiaffino, direttrice rivista Andersen; Claudia Diaspro, collaboratrice rivista Andersen e segreteria del concorso.

 


 

Una nuova edizione, la quinta, per Il paese delle fiabe, concorso per le scuole dell’infanzia e primarie italiane promosso dal Comune di Serra Riccò in collaborazione con la Rivista Andersen e dedicato alla sua illustre concittadina: la scrittrice Beatrice Solinas Donghi (1923-2015).

Il concorso intende valorizzare l’opera della scrittrice Beatrice Solinas Donghi (1923 – 2015) e la conoscenza del suo Archivio che ha sede presso la Biblioteca comunale E. Firpo, invitando bambini e ragazzi a entrare nel mondo della letteratura e della lettura attraverso la creazione di fiabe originali, giocando con la possibilità di “incatenare” e “intrecciare” tra loro i temi del fiabesco proprio come ha insegnato Beatrice Solinas Donghi in molti suoi libri.

LEGGI ANCHE: L’articolo di Beatrice Masini dedicato a Beatrice Solinas Donghi, in occasione dell’apertura dell’Archivio Solinas Donghi alla Biblioteca Comunale di Serra Riccò

Per inventare la propria fiaba da sottoporre al concorso, i partecipanti dovranno trarre un elemento dalla storia “Il principe Mirtillo e la volta che non fu”, scritta per il Concorso dall’autore ospite di quest’anno: Andrea Valente, ‐ scrittore e illustratore di libri per ragazzi, vincitore del Premio Andersen 2011 al miglior autore completo ‐ che ha creato a sua volta la fiaba proposta traendo un elemento da una delle “Fiabe incatenate” dell’autrice nata a Serra Riccò. 

Tutti gli insegnanti che manifesteranno interesse a partecipare con la loro classe al concorso letterario “Il Paese delle Fiabe” ‐ V edizione, potranno accedere gratuitamente a due momenti di INCONTRO/LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA “INTRECCIARE STORIE” (venerdì 24 e martedì 28 gennaio, nel pomeriggio, presso lo Spazio Didattico Permanente di Palazzo Ducale), condotti da Anselmo Roveda e Andrea Valente, che, partendo dai meccanismi narrativi e dalle peculiarità letterarie delle fiabe di Beatrice Solinas Donghi e delle fiabe della tradizione, forniranno suggestioni teoriche e pratiche su come lavorare in classe alla creazione di un testo letterario collettivo. I due incontri rientrano nel Progetto BiblioInsieme, coinvolgimento culturale per una comunità, finanziati dalla Compagnia di San Paolo (Bando Giovani).

 

La partecipazione al concorso è gratuita.

QUI: Bando e Regolamento Concorso + Modulo di iscrizione

QUI: “Il principe Mirtillo e la volta che non fu” di Andrea Valente + Spunti operativi per scrivere una fiaba

INFO: concorso.ilpaesedellefiabe@gmail.com

Gli autori

Beatrice Solinas Donghi
Beatrice Solinas Donghi è nata a Serra Riccò, in provincia di Genova, il 29 marzo 1923, figlia di Jack Donghi, giornalista e scrittore ligure di nobile famiglia marchionale e qualche ascendenza britannica, e di Eileen Smith, pittrice inglese, Beatrice Donghi si laurea in Lettere moderne nel 1949 presso l’Università di Genova. Nel frattempo inizia a pubblicare inviando racconti alla rivista “Gioia”. Debutta in volume nella narrativa per adulti nel 1959 per Feltrinelli con la raccolta L’estate della menzogna. Nel corso degli anni usciranno, per vari editori (Feltrinelli, Bompiani, Rizzoli…), altre raccolte di racconti e i romanzi L’uomo fedele (1965), per Rizzoli, finalista al Premio Campiello; seguirà poi, per lo stesso editore, Le voci incrociate (1970). A partire della seconda metà degli anni sessanta l’autrice si accosta, anche sul versante dello studio, ai repertori orali della tradizione popolare ligure, alla fiaba e infine della letteratura per ragazzi. La prima prova come autrice per giovani lettori è Le fiabe incatenate (Rizzoli, 1967); seguono La gran fiaba intrecciata (Rizzoli, 1972), Melina(Lisciani & Giunti, 1981), Quell’estate al castello (E.Elle, 1986), Le storie di Ninetta (Mondadori, 1990), La figlia dell’imperatore (E.Elle, 1990), Una vita in margine (De Agostini, 1991), Il fantasma del villino (E.Elle,1992) e un’altra ventina di titoli, per i maggiori editori nazionali e il contrappunto delle immagini di alcune delle più prestigiose firme dell’illustrazione italiana (Nella Bosnia, Emanuela Bussolati, Chiara Carrer…), fino a La trilogia di Alice (BUR, 2010) dove vengono riproposti tre romanzi usciti tra il 2000 e il 2003 per Rizzoli. Tra i molti riconoscimenti ottenuti per la sua opera per ragazzi il Premio Andersen alla carriera nel 2003. Nel 2013, due anni prima della sua morte, la scrittrice ha donato il suo patrimonio artistico e letterario alla Biblioteca Edoardo Firpo di Serra Riccò, il comune dell’entroterra genovese in cui è nata.

L’autore ospite: Andrea Valente

Autore poliedrico, esprime il proprio lavoro in produzioni letterarie, scritte e illustrate, cui affianca attività teatraleggianti, didattiche e di organizzazione di eventi culturali. Il primo lavoro risale al 1990, con una vignetta pubblicata sulle pagine del New York Times, cui hanno fatto seguito collaborazioni editoriali con giornali e riviste, interventi sulle pagine di Linus, Comix, Il Corriere della sera, la rivista Pimpa, la trasmissione L’albero azzurro, la pubblicazione di libri per ragazzi e la realizzazione di progetti di varia natura. È curatore, insieme a Matteo Corradini, del programma ragazzi del festival Scrittorincittà di Cuneo. Del 1995 è la creazione del personaggio della pecora nera, nato su una cartolina di buona fortuna, poi su magliette, diari scolastici e libri per ragazzi. Nel 2007 cura il progetto “La pecora nera & altri sogni”, realizzato con i ragazzi all’interno del carcere minorile di Nisida, (Premio Andersen al progetto educativo). Nel 2011 vince il Premio Andersen come miglior autore completo, per una produzione editoriale vasta e diversificata, capace di coniugare con inesausta felicità narrazione e divulgazione, qualità della scrittura e attenzione alle esigenze del lettore; per il brio e la freschezza che costantemente accompagnano, in bilanciata fusione, testi e illustrazioni. Tra i suoi ultimi libri: Il mondo in una storia (San Paolo, 2019); Ventimila leghe sopra i cieli (Lapis, 2019); Voglio la luna (con l’astronauta Umberto Guidoni, Editoriale Scienza, 2019); Prima dell’anno zero (Lapis, 2018); Dalla testa ai piedi (Editoriale scienza, 2018); Canzoni senza musica (Rizzoli, 2018); Chi viene e chi va (Lapis, 2017); Piccola mappa delle paure (Pelledoca, 2017); Personaggi come te (Lapis, 2017); Gli streghi (Lapis, 2017); Un’idea tira l’altra (Lapis, 2017); Un anno con Babbo Natale (Interlinea, 2016); Salvalaparola (Lapis, 2016); Pecora nera anch’io (Caminito, 2016); Così per sport (Lapis, 2016); Otto passi nel futuro (con l’astronauta Umberto Guidoni, Editoriale scienza, 2016); C’era sette volte (Lapis, 2016); Favole dell’ultimo minuto (Lapis, 2015); Un elefante sotto il letto (Lapis, 2015); Le favole di Esopo (La Nuova frontiera junior, 2014).

L’illustratore di questa edizione: Enrico Macchiavello

Enrico Macchiavello (Genova, 1974) – Illustratore, autore di fumetto e di cinema d’animazione, si è formato artisticamente e professionalmente presso Feguagiskia’Studios di Gualtiero Schiaffino, alla Scuola del Fumetto di Chiavari e all’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova. Le sue incursioni nel mondo della pubblicità e del merchandising lo hanno portato a creare fortunati spot in animazione: e, se i più grandi ricorderanno gli spot animati della birra Ceres, ai più piccoli non sarà certo sfuggita la collezione delle carte Skifidol, combriccola di personaggi allegramente grotteschi di Officina Comunicazione. Tra i suoi ultimi libri per ragazzi: La camera delle meraviglie (con Anselmo Roveda, Coccole Books, 2013); Dragon Boy (con Guido Sgardoli, Piemme, 2015); La povera vecchietta-La pobre viejecita e Cappuccetto Rosso (Egnatia, 2016 e 2019); DinoBook, TERRA, pianeta inquieto (Premio Legambiente 2018) e Parola di genio (tutti con Dino Ticli, Coccole Books, 2016, 2017 e 2019). Nel 2018 è uscito il suo primo graphic novel, Ragazzino va all’inferno (GRRRz Comic Art Books). Nel 2013 è stato ospite d’onore del Festival Internazionale dei Comics di Rapallo. Nel 2017 ha firmato l’immagine coordinata del 36° Premio Andersen. Insegna all’Accademia Ligustica di Belle Arti, Genoa Comics Academy e alla Scuola Internazionale di fumetto.

 

Le altre edizioni del Concorso Il Paese delle Fiabe:

IV edizione

III edizione